Ecco il computer che impianteranno nel nostro corpo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ecco il computer che impianteranno nel nostro corpo

Messaggio Da °°))Gandy((°° il Mer 23 Feb 2011, 09:57

Ricercatori del Michigan hanno realizzato il primo computer in scala millimetrica per uso medico. Potrebbe servire per impianti a scopo di
rilevazione della pressione oculare. Tuttavia, trattandosi di una soluzione con processore, batteria, cella solare a antenna integrati, potrebbe essere utile anche per altri scopi.


Creato il primo sistema di computing completo in scala millimetrica. A realizzarlo è stato il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Scienza del Computer dell'Università del Michingan.

Questo piccolo computer, ancora in fase di sviluppo, è stato pensato come una soluzione impiantabile che dovrebbe servire per monitorare la pressione oculare dei pazienti affetti da glaucoma.

L'intero sistema misura poco di più di un millimetro cubico ed è dotato di microprocessore a basso consumo, sensore di pressione, memoria, batteria thin film, cella solare e collegamento wireless tramite un'antenna per il trasferimento dei dati a un dispositivo esterno che dovrebbe essere posto accanto all'occhio.


Il lavoro è stato svolto dai professori Dennis Sylvester, David Blaauw e dell'assistente David Wentzloff. "Questo è il primo vero sistema di computing completo in scala millimetrica. Il nostro lavoro è unico in quanto pensiamo a sistemi completi nei quali tutti i componenti sono a basso consumo e all'interno del chip. Possiamo raccogliere dati, immagazzinarli e trasmetterli. Le applicazioni per sistemi di questa dimensione sono infinite", ha dichiarato il professor Dennis Sylvester.

Il processore è la terza generazione del chip sperimentale Phoenix, che usa un'architettura power gating unica e una modalità di idle estrema per ridurre i consumi al minimo necessario. Il sistema si attiva ogni 15 minuti per le rilevazioni e consuma mediamente 5,3 nanowatt.


Chi si ricorda il film Salto nel Buio? Il futuro ci riserverà qualcosa di simile?


La batteria si carica grazie alla cella solare e richiede 10 ore di luce casalinga o 1,5 ore di luce solare ogni giorno. Il chip può immagazzinare informazioni per una settimana.

Questa soluzione sarà disponibile in ambito medico tra diversi anni, ma se ci pensate le applicazioni sono innumerevoli. I ricercatori stanno ancora lavorando per consentire al sistema di comunicare con altri chip simili e ridurre il consumo del sistema radio.

L'ipotesi di ospitare nel corpo diversi piccoli computer che monitorano il nostro stato di salute potrebbe non essere solo la base per film di fantascienza, ma vita di tutti i giorni.

M. DeA. Tanks for info corvone


.-^-.:ThE AdMiN FoUnDeR:.-^-.

avatar
°°))Gandy((°°
°°Fondatore e WebMaster°°
°°Fondatore e WebMaster°°

Popolarita' nel Forum : Grande Rispetto
Numero di messaggi : 2623
Reputazione : 255
Data d'iscrizione : 04.05.08

http://resuttano.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum